Consiglio di amministrazione

Consiglio di amministrazione

Il consiglio di amministrazione è composto da sette a nove membri eletti fra i soci e rimangono in carica, come recita l’art.32, per tre esercizi e sono rieleggibili. Riconoscendo l’importanza di tale organo, i consiglieri rappresentano in maniera proporzionata tutti i soci residenti nei paesi del territorio, in modo da garantirne e tutelarne la massima rappresentatività.

Compiti

Al presidente del consiglio di amministrazione spetta la rappresentanza legale della Società di fronte ai terzi ed in giudizio, e sovrintende al normale andamento dell’azienda e presiede l’assemblea. Il consiglio è investito di tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione della Società, con esclusione di quelli riservati per legge all’Assemblea, e rientra nella sua sfera decisionale la determinazione degli indirizzi generali di gestione, l’approvazione delle strategie di sviluppo e le iniziative per lo sviluppo morale e culturale del socio.

Comitato esecutivo

Comitato esecutivo

Il comitato esecutivo è composto da tre a cinque componenti del consiglio di amministrazione, nominati dallo stesso consiglio.

Membri

Direzione
Collegio sindacale

Collegio sindacale

Il Collegio Sindacale, rappresentando l’organo di controllo della Società, come recita l’art.43 dello Statuto, vigila sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile.

Membri

Alla nomina del collegio interviene l’Assemblea dei soci ordinaria che designa il presidente e due sindaci effettivi, e altri due sindaci supplenti. Questi restano in carica tre esercizi e il loro mandato scade alla data della convocazione dell’Assemblea per l’approvazione del bilancio.

  • Sindaco Supplente: Ilaria Gasparri
  • Sindaco Supplente: Andrea Muzzonigro
Collegio dei probiviri

Collegio dei probiviri

Il collegio dei probiviri è un organo interno della Società ed ha la funzione di perseguire la bonaria composizione delle liti che dovessero insorgere tra socio e società.

Un organo che si pronuncia, ai sensi dell’art.46 dello Statuto, sulle controversie in materia di diniego del gradimento all’ingresso di nuovi soci, quelle relative all’esclusione dei soci, la risoluzione di tutte le controversie che dovessero sorgere fra i soci e la Società o gli organi di essa, in ordine alla interpretazione, l’applicazione, la validità e l’efficacia dello statuto, dei regolamenti, delle deliberazioni sociali o concernenti comunque i rapporti sociali.

Membri

Il collegio è composto di tre membri effettivi e due supplenti, scelti fra i non soci. Il Presidente è designato dalla Federazione locale e gli altri quattro componenti sono nominati dall’assemblea. I membri del Collegio rimangono in carica per tre esercizi e sono rieleggibili.

  • Presidente: Pierfilippo Verzaro
  • Membro effettivo: Gianluca Mazzarini
  • Membro effettivo: Stefano Trombani
  • Membro supplente: Agostino Capanna
  • Membro supplente: Massimo Barbieri
Commissione parti corr.

Commissione delle parti correlate

La disciplina delle operazioni con parti correlate contenuta nel titolo V, Capitolo 5 della Circolare 263 del 2006 mira a presidiare il rischio che la vicinanza di taluni soggetti ai centri decisionali di una banca possa compromettere l’imparzialità e l’oggettività delle decisioni relative alla concessione di finanziamenti e ad altre transazioni nei loro confronti, con possibili distorsioni nel processo di allocazione delle risorse, esposizione della banca a rischi non adeguatamente misurati o presidiati, potenziali danni per depositanti e azionisti.

Membri

  • Amministratore indipendente: Gabriele Sabbatini
Assemblea dei soci

Assemblea dei soci

La più importante occasione formale, attraverso cui i Soci possono partecipare al processo decisionale della Banca di Credito Cooperativo, è costituito dall’Assemblea.

L’Assemblea rappresenta l’universalità dei soci, viene convocata dal Consiglio di Amministrazione, e in base ai compiti di cui è investita essa si riunisce in via ordinaria o in via straordinaria. Fra le varie competenze dell’Assemblea ordinaria vi sono quelle di eleggere le cariche sociali; approvare il bilancio annuale e la destinazione degli utili. Sono, invece, riservate all’Assemblea straordinaria le deliberazioni sulla modificazione dello Statuto e sullo scioglimento della società. Ogni socio ha diritto ad un voto, qualunque sia il numero delle azioni detenute.

Consulte soci

Compiti

Quale strumento di promozione della partecipazione democratica dei soci alla vita della Cooperativa di Credito, il Consiglio di amministrazione ha istituito tre consulte, una per ogni comune ove la banca ha attivo un proprio insediamento (Ancona, Polverigi, Castelfidardo) a cui sono stati affidati i seguenti compiti:

perseguire un costante collegamento tra i soci, i clienti e la comunità ove opera la cooperativa di credito e il Consiglio di Amministrazione della banca
recepire e riportare le esigenze e le proposte, promuovere l’attività sociale della banca nel territorio al fine di valorizzare la comunità locale, assecondandone le iniziative nel campo della assistenza sociale, del volontariato e della cultura tipica del territorio di riferimento
promuovere la diffusione della cultura e dei valori della cooperazione al fine di accrescere nei Soci e nelle comunità locali il senso di appartenenza alla propria banca di Credito Cooperativo, attenta ai loro interessi e a quelli delle stesse comunità
favorire la diffusione dei valori mutualistici e solidaristici statutariamente previsti attraverso la partecipazione dei soci alla vita della cooperativa e promuoverne le iniziative tese al raggiungimento di tale scopo