Il cliente può indirizzare un reclamo in forma scritta all’Ufficio Reclami della Banca, utilizzando il fac-simile di modulo scaricabile dal ns sito (vedere sotto) e messo a disposizione anche presso tutte le nostre filiali, con le seguenti modalità:

– posta raccomandata a/r  e indirizzata a  BANCA DI ANCONA CREDITO COOPERATIVO – Ufficio Reclami – c/o Servizio Ispettorato Via Maggini 63/a 60127 Ancona;
– fax al nr.071/899901;
–  posta elettronica, all’indirizzo e.mail: banca@ancona.bcc.it oppure all’indirizzo e.mail di posta elettronica certificata : banca.ancona@legalmail.it .
– consegna diretta presso la filiale di riferimento.

L’Ufficio Reclami della  Banca  risponderà  entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo.

In ambito finanza l’ufficio risponde entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo, se inerenti il servizio accessorio di custodia e amministrazione o entro 90 giorni per tutti gli altri servizi.
Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto la risposta, può rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla banca.
Oltre alla procedura innanzi all’ABF, il Cliente, indipendentemente dalla presentazione di un reclamo, può – singolarmente o in forma congiunta con la Banca – attivare una procedura di mediazione finalizzata al tentativo di conciliazione. Detto tentativo è esperito dall’Organismo di conciliazione bancaria costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR (www.conciliatorebancario.it).
In riferimento alle controversie in materia di servizi di investimento, si evidenzia che l’art. 27 della legge n. 262/2005 ha assegnato alla Consob funzioni di conciliazione ed arbitrato per la soluzione di controversie in materia di servizi di investimento tra gli investitori e gli intermediari bancari e finanziari. Il decreto legislativo 8 ottobre 2007 n. 179 ha dato attuazione al richiamato art. 27, prevedendo l’istituzione di una “Camera di conciliazione e arbitrato presso la Consob”. Il quadro normativo è stato completato dalla delibera n. 16763 del 29 dicembre 2008 con la quale è stato emanato il Regolamento della citata Camera che ha disciplinato l’organizzazione della stessa, nonché lo svolgimento dei procedimenti gestiti.
Rimane fermo che le parti possono concordare, anche successivamente alla conclusione del contratto, di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore Bancario Finanziario purchè iscritto nell’apposito registro ministeriale.
Qualora il cliente intenda, per una controversia relativa all’interpretazione ed applicazione del contratto, rivolgersi all’Autorità Giudiziaria, egli deve preventivamente, pena l’improcedibilità della relativa domanda, esperire la procedura di mediazione innanzi all’organismo Conciliatore Bancario Finanziario ovvero attivare il procedimento innanzi all’ABF e/o Camera di Conciliazione Consob.  Rimane fermo che le parti possono concordare, anche successivamente alla conclusione del presente contratto, di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore Bancario Finanziario purché iscritto nell’apposito registro ministeriale. La procedura di mediazione si svolge, anche tramite sistemi di video-conferenza, davanti all’organismo territorialmente competente presso il quale è stata presentata la prima domanda e con l’assistenza di un avvocato.
Nell’ipotesi in cui si intenda proporre ricorso ad uno dei suddetti sistemi, è essenziale che il cliente, anche recandosi per l’assistenza in una qualsiasi filiale della Banca, identifichi preventivamente l’ambito normativo cui fa riferimento la contestazione poiché il ricorso indirizzato ad un sistema non competente non potrà̀ essere preso in considerazione.
Per ottenere ulteriori informazioni circa il funzionamento dei citati sistemi di risoluzione delle controversie è possibile visitare i rispettivi siti internet o avvalersi dei seguenti recapiti:

ABF
Sito internet: http://www.arbitrobancariofinanziario.it/
Nr verde 800196969
Recapiti/Informazioni sui ricorsi presentati:
Segreteria tecnica del Collegio di Roma
Via Venti Settembre, 97/e – 00187 Roma
Telefono: 06 4792 9235; Fax: 06 4792 94208
E-mail: roma.abf.segreteriatecnica@bancaditalia.it

Conciliatore Bancario  Finanziario
Tel.06674821 – fax 0667482250
Sito internet: www.conciliatorebancario.it
Via delle Botteghe Oscure 54 – 00186 – Roma
E-mail: associazione@conciliatorebancario.it

Per l’Ombudsman
C/o il Conciliatore Bancario Finanziario
Sito internet: www.conciliatorebancario.it
Recapiti:
Ombudsman – Giurì Bancario
Via delle Botteghe Oscure, 54 – 00186 Roma
Telefono:06-674821; Fax:06-67482250
E-mail: associazione@conciliatorebancario.it

Camera di Conciliazione e Arbitrato presso la Consob
Sito internet :www.camera-consob.it
Recapiti:
Camera di conciliazione  e arbitrato presso Consob
Via Giovanni Battista Martini 3 – 00198 Roma
Telefono: 06-84771; fax 06-8417707

Dal 9 gennaio 2017 è attivo l’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF). (www.acf.consob.it).